La fiaba di Amagni

Dal quaderno di italiano di mio figlio, prima elementare.

C’era una volta un paese molto bello. I suoi abitanti vivevano per stare bene. Ma, un giorno, le cose cambiarono; alcuni volevano fare sempre più soldi e non fecedero attenzione ad andare d’accordo con le leggi della natura.

Un nemico cattivo venne ad abitare in quelle terre: un nemico invisibile, la DIOSSINA!

Uomini e donne, piccoli e vecchi, mangiavano e mangiavano così tanto che quel paese prese in nome di Amagni.

Il sindaco di Amagni, pensò di intervenire.

Sindaco di Amagni– “Mi chiami il comandate dei vigili !”

– “Agli ordini  !”

– “Vedo che anche lei ha un bella pancetta! Vorrei prendere dei provvedimenti per far smettere i cittadini di mangiare in continuazione. Lei ha qualche suggerimento da darmi ?”

– “Certo signor sindaco. Rivolgiamoci allo staff nevralgico”

Lo staff disse al sindaco di mettere tutti a dieta, mangiando solo yogurt e barrette.

Le persone dimagrirono, ma erano sempre più tristi.

Alejandro organizzò una conferenza: i personaggi dei cartoni dissero ai bambini di cambiare.

Allora i bambini urlarono: “Cambiamento ! Cambiamento !”

Da quel momento, Amagni tornò ad essere la bella ed accogliente Anagni di una volta…

Diossina ad Anagni

Grazie Maestro Gianluca, Maestro Luigino, Maestra Felicia e Maestra Luciana… e grazie a tutte quelle persone che stanno facendo qualcosa per far tornare Anagni ad essere la bella città di una volta…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *